mercoledì 31 marzo 2010

nessun rimpianto: INSALATA DI SALMONE FRITTO MARINATO CON FRIGGITELLI CROCCANTI

E' quanto meno curioso il fatto che tradizioni culinarie si assomiglino seppur distanti millenni e migliaia di chilometri, ad esempio: gli spaghetti, rivendicati sia dagli italiani e che dai cinesi, oppure il pesce fritto e marinato, una doppia cottura tanto cara ai giapponesi e ai napoletani, come ad esempio il capitone, che viene servito da questi ultimi, fritto alla Vigilia di Natale e marinato nell'aceto per il giorno seguente. Personalmente, l'ho cucinato e assaporato, sostituendolo con il salmone e devo ammettere, che il sapore intenso potrebbe non incontrare il favore di qualsiasi palato e sicuramente gioca a suo sfavore, il fatto di non essere abbinabile praticamente ad alcun vino. Ma, la vita scorre via in fretta ed è forse meglio non aver rimpianti!

antipasto per 4 persone:
150 gr. di filetto di salmone fresco
50 gr. di peperoni friggitelli
50 gr. di farina di riso
50 gr. di aceto di riso (o di mele)
1 uovo
1 carota
1 porro
1cucchiaio di semi di sesamo bianchi
qualche fogliolina di menta
4 foglie di lattuga
olio di semi per friggere
olio evo, pepe, sale

Ricavate dal filetto 16 cubetti di salmone, passateli nell'uovo sbattuto, poi nella farina di riso e friggeteli nell'olio di semi ben caldo, finché non diverranno dorati. Scolateli e tamponateli con carta assorbente.

Fate bollire per 20' dell'acqua e un filo di olio, aggiungete l'aceto di riso, il sale e il pepe e lasciate andare sino a che non sarà evaporato l'alcol presente nell'aceto.

Tagliate a rondelle il porro, usando solo la parte bianca e tritate finemente la menta. Versate in una ciotola, la marginatura ancora calda, assieme al porro e alla menta e ovviamente, il salmone e lasciate riposare per almeno 6 ore.

Tagliate a rondelle anche i friggitelli e passateli in padella, sino a quando diverranno croccanti. Salate e pepate.

Servite su una foglia di lattuga, il salmone e qualche goccia della sua marinatura, i friggitelli, una julienne di carota e spolverate con dei semi di sesamo bianchi tostati.

7 commenti:

Babs ha detto...

felix, da te trovo sempre un gran piacere per occhi e palato.
ciao e.... buona pasqua!

UnaZebrApois ha detto...

bellissimo piatto, ricco di storia, sapori e parallelismi forti ma graditi così come i sapori che proponi!!!Grazie per averci regalato un po' di conoscenza in più!!!

Kiss Kiss Anna ha detto...

I tuoi piatti sono strepitosi.....e le tue foto fantastiche...bravssimo. Ciao Anna.

silvia78 ha detto...

Complimenti per la presentazione e per la ricetta!

iana ha detto...

;) il capitone mi terrorizza ma prima o poi lo farò, lo so! La tua versione è decisamente più fattibile! E bellllla lo sai vero?

felix, but not the cat ha detto...

Grazie, ragazze! mi date un sacco di soddisfazioni, lo sapete, vero?

Muscaria ha detto...

Buona Pasqua, in ritardo!!!!!
Sono rientrata da poco e devo ancora riordinare i neuroni :P

Posta un commento